Ultime Notizie
Box sotto Ultime Notizie
Santo Rosario on line
Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email per essere informato sulle novità della nostra Comunità:
Registra Cancella
Box sotto Ultime Notizie
Versione Stampabile

16 Agosto 2020 - XX Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)

sabato 15 agosto 2020
16 Agosto 2020 - XX Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)
 “La salvezza è universale”
LETTURE: Is 56, 1.6-7; Sal 66; Rm 11, 13-15.29-32


Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 15,21-28):

In quel tempo, partito di là, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Ma egli non le rivolse neppure una parola.
Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e lo implorarono: «Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!». Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele».
Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». «È vero, Signore – disse la donna –, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni».
Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.



In questo brano del Vangelo di Matteo, Gesù ci fa alcune precisazioni:
“Israelita” non è colui che appartiene alla razza dei Giudei,
“Israele di Dio” è colui che ha la fede.

Secondo Dio, pertanto, ciò che è fondamento di aggregazione è la FEDE.
Da qui l’unificazione di tutti i popoli.

Noi abbiamo superato questo modo di vedere gli Israeliti?
Qual è il fondamento della nostra fede?
Il nostro incontro?
La nostra cultura?
Il nostro capirci?
I nostri sentimenti?
I nostri legami umani?
Allora la redenzione non può portare il frutto che dovrebbe portare.

La FEDE compie dentro di noi una grande rivoluzione: “Io non ti conosco secondo la carne, ma ti riconosco secondo gli occhi della fede”.

Quanta purificazione deve avvenire ancora dentro di noi, perché sia soltanto la fede che unifica a CREARE UN NUOVO POPOLO!

È nel tenere fisso lo sguardo su Gesù che ci unifichiamo.